(Eventi 2018: DOM 28 OTTOBRE “Cerchio Sciamanico-Recupero dell’anima”)

44521372_1103595706695376_1901179436921782272_n (1)
EVENTI 2018: SAB 27 OTTOBRE “Classe aperta di Biodanza”
20 ottobre 2018
42580816_2061736580527175_8532328618020306944_o
CORSI 2018: HIP-HOP con Laila Lovino
10 novembre 2018

Eventi 2018: DOM 28 OTTOBRE “Cerchio Sciamanico-Recupero dell’anima”

42953263_2017147428335658_1883854814455005184_n (2)

 

La nostra anima , nel corso della vita può subire episodi, eventi, vivere situazioni o traumi di vario genere che portano ad uno stato di disarmonia causato dalla perdita di frammento d’ anima.
Questi frammenti, lasciati nell’ episodio, con la loro mancanza causano all’anima, non più integra una perdita di potere o carica energetica.
Nei traumi, superato l’episodio la persona non si sente più come era in precedenza. Una parte di sé è rimasta inesorabilmente incollata a quel passato e ciò che rimane è un senso di vuoto, di incompletezza.
Per alcuni avvenimenti, dopo un certo periodo, in modo spontaneo queste parti d’anima ritornano ad integrarsi nella persona, in altri invece l’anima rimane inesorabilmente perduta.
Dopo questo intervento la persona è in grado di avviare il suo processo di guarigione, integrando le energie recuperate, acquisendo le capacità perdute e ritrovandosi a fare una vita più completa e piena. Spesso queste energie ritrovate possono attivare nuove iniziative, accendere la creatività della persona, riscoprendo capacità fino allora impensabili.
L’integrazione delle parti d’anima recuperate è uno dei momenti più importanti nel processo di guarigione, perché altrimenti si avrebbero a disposizione energie non utilizzate, che potrebbero essere veicolate ancora in situazioni non appropriate.
La pratica del “Recupero dell’Anima” è oramai consolidata anche nella nostra società occidentale e sempre più persone trovano in questo approccio la vera scintilla per uscire da situazioni di difficoltà e di sconforto, da malattie psicologiche o fisiche. C’è da considerare che non va in contrasto con i metodi della medicina ufficiale, in quanto, lavorando su un piano prevalentemente spirituale, si può integrare e lavorare in sinergia, amplificando gli effetti benefici delle cure tradizionali o guidando le persone verso le cure più appropriate.

Il cerchio è condotto da Artiglio Ueman: si è formato presso il Centro Studi Sciamanici a Verona per lo sciamanesimo transculturale in un apprendistato biennale; inoltre ha conseguito un apprendistato biennale della scuola tolteca del lignaggio azzurro con Agustin, in continua ricerca ed evoluzione segue vari percorsi guerrieri tolteca; pratica movimenti energetici sequenziali intensificati fisici e respiratorie per riequilibrare il corpo energetico , guarire fughe di energie, recuperare e conservare energia, dare direzione al proprio intento , spostare il punto di unione.
Ha sviluppato nel corso degli anni proprie tecniche di guarigione transculturali in sincronicità con lo spirito.
Conduce cerchi di guarigione,
cerimonie, seminari e trattamenti individuali..

Il programma sarà il seguente:
Si terranno degli esercizi fisici, respiratori, sequenziali intensificati per riequilibrare il corpo energetico, accumulare, conservare energia, e a dare una direzione del proprio potere di Intento, per sforzare il movimento del punto di unione creando la realtà desiderata.
Viaggio sciamanico mediante il suono ripetitivo del tamburo alla ricerca, recupero e integrazione di un frammento d’anima
Condivisioni

Materiale occorrente : bandana per coprirsi gli occhi, quaderno appunti, oggetto da caricare da mettere al centro, sull ‘altare.

contributo 15 euro
dalle ore 16,00 alle 19,00 circa

segreteria tel 0883 954456
dal lun al ven ore 16,30 fino alle 20,30
via dei pini,126 -Barletta

sf_facebook
sf_photogallery
sf_dovesiamo